SANTO STEFANO DI CAMASTRA

La chiamano “Città delle Ceramiche” perché fin dall’antichità ha saputo portare avanti la tradizione della lavorazione dell’argilla. Si può visitare il Museo della Ceramica che è stato inaugurato nel 1994 e che propone oggi una raccolta di oggetti dell’antica tradizione, tra fiaschi, boccali per vino e acqua, lucerne ed altri attrezzi che erano parte della quotidianità di un tempo. Santo Stefano di Camastra – distrutto da una frana nel 1682 e ricostruito nel 1693 in un territorio più vicino al mare –  fa parte del Parco dei Nebrodi. Oggi si può ammirare il Muro di Federico, ispirato a Federico II e ai Normanni, particolare per la sua misura (60 metri di lunghezza e oltre 400 mq di superficie) e per i dipinti colorati e dai cenni storici che riporta. Le chiese ed il cimitero vecchio rappresentano altri punti da visitare per assaporare l’atmosfera storica del luogo.

TOP